mercoledì 1 dicembre 2010

Pensavo fosse inguardabile invece ero leghista




Prendo spunto da un recente articolo del Guardian che taccia di razzismo latente (?) la stampa americana. Non avendo mai visto di buon occhio le sorelle Williams i giornalisti d’oltreoceano avrebbero accolto con entusiasmo, mortaretti, champagne, banane e lamponi l’ascesa della Wozniacki al primo posto della classifica della Wta. Perchè? Semplice! La danese è giovane, bianca, bionda, bellina col suo sguardo garbato di chi non conosce i Beatles. Le Williams invece con fattezze, movenze e semovenze che non hanno mai, non fanno e non faranno mai pensare a cene a lume di candela.

“E quindi?” si staranno chiedendo i due o tre lettori di questo blog, in attesa ancora di qualche riga che spieghi l’inutile e noioso preambolo. E quindi. Le Williams, a miei occhi, sono sempre state inguardabili. Racchetta usata come badile per saettare (?) al di là della rete avversaria, servizi a 200 km/h, grazia nei movimenti di un cormorano agonizzante e una particolare predisposizione a l’elargizione di amore e simpatia verso il pubblico, verso i giudici di sedia e di linea e verso le avversarie

A questo punto chi ha preso spunto dall’articolo del Guardian potrebbe prendere spunto dal mio spunto di chi ha preso spunto da quell’articolo per tacciarmi di “razzismo”. Perché oltre a tutto quello di cui sopra, le Williams sono anche nere (ma va?). E quindi un qualsiasi giudizio negativo parte, dal presupposto razzista a sua volta dell’interlocutore, da un latente e mal celato sentore, appunto, razzista.

Quando è semplicemente solo una questione di sensazioni e di emozioni. Che il tennis femminile ha smesso di dare da anni. Da quando il tennis femminile non è più tennis e non è nemmeno più femminile. Da quando sono tramontate la Graf, la Seles, la Sabatini, la Novotna lasciandoci in una landa desolata di shampiste, pin up, di urla belluine e roncolate. E qualsiasi giocatrice si trovi in testa, l’inguardabile Wozniacki o le sorelle badile, rimane sempre quella sensazione come di assorbimento. Di ogni emozione.

1 commento:

Anonimo ha detto...

I wаѕ suggested thіѕ webѕіte vіа mу cοusin.
I'm no longer positive whether this publish is written through him as nobody else understand such specified approximately my difficulty. You are wonderful! Thank you!

my web site ... RPMPoker Bonus