lunedì 6 settembre 2010

Quesito con la Susy.



Un grandissimo leader e politico. Un impunito sotto attacco che facendosi leggi ad personam con il dottor stranamore, leggi che danneggiano la società, ha il diritto di governare senza che vi sia l'interferenza di segmenti iperpoliticizzati della magistratura che vogliono metterlo in fuorigioco.


Un dittatore circondato da dei paranoici razzisti, uomini concreti che credono in mondi immaginari e che capiscono gli umori della gente. Un leader di un governo che ha fatto tanto per gli Italiani, disastri per la scuola, per l'occupazione, per l'economia. Che nei cinque punti non ha messo nulla per far ripartire l’economia e renderla competitiva.


Un leader di un grande partito nazionale, un grande partito occidentale.Il Pdl non c'è più. Con valori di riferimento precisi: libertà, rispetto e dignità della persona umana. E non ci faremo intimidire dalle sue campagne paranoiche e patetiche. Paranoiche perché indecenti, e patetiche perché non si rendono conto del disprezzo che gli sta montando attorno.

Un partito che ha aperto orizzonti di grandi speranze,una fucina di idee, un polmone che respira e dà ossigeno all’intera nazione.Un partito di sudditi derubricato a contorno del leader, dove i distinguo sono lesa maestà .

Gli siamo tutti grati. C’è un’Italia preoccupata. Gli italiani sono stanchi di questa perenne campagna elettorale che non finisce mai, di questo trionfo della propaganda, di questa ordalia quotidiana.E allora, in nome di un centrodestra autenticamente liberale, nazionale, riformatore, sociale, europeo, avanti con Futuro e libertà per l’Italia.

Sono sicuro che non se la prenderà.

Lo dico senza ironia.


2 commenti:

valentina ha detto...

credo ci sia un disturbo mentale che crea sdoppiamento, per me Fini ce l'ha! La definiz jek & hyde è geniale vai all'ufficio brevetti è tua eh :)

Garlasco ha detto...

bentornato
(detto da uno altrettanto pigro)